Categorie
sostenibilità

La biodiversità e la produzione di cibo

La biodiversità è l’insieme di tutte le specie sulla Terra. E’ fondamentale per la salute e il benessere delle persone.

La biodiversità è l’insieme di tutte le forme di vita sulla Terra. Il termine è stato coniato nel 1985 per intendere la “diversità biologica”. Benchè si possa parlare di biodiversità a livello genetico, di specie e di ecosistema, la sua importanza in ecologia ne ha fatto un concetto di importanza centrale per la scienza moderna. Infatti la diversità di un ecosistema descrive le specie che lo abitano, che sono interconnesse tra loro e con il loro habitat.

Biodiversità come conoscenza

Un modo più filosofico di vedere la biodiversità è che rappresenta la conoscenza acquisita dalle specie durante i milioni di anni dell’evoluzione per sopravvivere adattandosi ai cambiamenti delle condizioni ambientali. D’altra parte l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo e il cibo che mangiamo dipendono dalla biodiversità, a partire da esempi quasi banali: senza piante non ci sarebbe l’ossigeno, e senza le api non ci sarebbe l’impollinazione.

E’ fondamentale cercare di evitare la perdita di biodiversità: benchè solo il 5% delle specie conosciute siano state censite, la IUCN (International Union for Conservation of Nature) calcola che siano a rischio il 25% dei mammiferi, il 41% degli anfibi e il 14% degli uccelli.

La Biodiversità del suolo

La biodiversità del suolo, in realtà ancora poco conosciuta, influenza le dinamiche delle comunità di vegetali e i cicli biogeochimici[1][2].
Gli organismi presenti nel suolo sono fondamentali per determinare l’efficienza in agricoltura. Favorendo un suolo ricco e con abbondanti organismi si possono aumentare i raccolti riducendo l’impatto ambientale, in quanto possono essere ridotti i fertilizzanti e le perdite di nutrienti.

Gli organismi e le loro interconnessioni possono essere rappresentati tramite la catena alimentare. Un ruolo molto importante lo svolgono gli invertebrati che contribuiscono alla biodiversità con l’80% delle specie.

catena alimentare del suolo (USDA mod)

L’agricoltura industriale, con l’aumento dell’uso pesticidi, un’intensificazione dell’uso del suolo e una semplificazione del paesaggio, è una minaccia per la biodiversità ed è associata all’aumento degli agenti infestanti.

Preservare la Biodiversità

La FAO ritiene che preservare la biodiversità sia un fattore critico per garantire la salute e il benessere delle persone, essendo fondamentale per la produzione del cibo, e strettamente legata ai servizi ecosistemici che supportano l’agricoltura. L’agricoltura sostenibile può essere una risposta per combattere la perdita di biodiversità: un rapporto FAO del 2017 afferma che la possibilità di nutrire il pianeta in futuro è a rischio: dal 1990 la crescita media della resa di riso, mais e grano è stata dovuta principalmente a miglioramenti nella produttività e nell’efficienza nell’uso delle risorse. Nel 2018 inoltre la FAO ha pubblicato una guida per i decisori di 20 azioni da intraprendere per trasformare il cibo e l’agricoltura promuovendo i SDG (Sustainable Development Goals).

Alessandra Iero

[1] Bardgett, R.D. and W.H. van der Putten, Belowground biodiversity and ecosystem functioning. Nature, 2014. 515(7528): p. 505-511. 
http://dx.doi.org/10.1038/nature13855.

[2] de Vries, F.T., et al., Soil food web properties explain ecosystem services across European land use systems. Proceedings of the National Academy of Sciences, 2013. 110(35): p. 14296-14301. 
http://www.pnas.org/content/110/35/14296.abstract

Ruralopoli è un progetto finalizzato a costruire una Comunità che Supporta l’Agricoltura (C.S.A.) collegata alla comunità locale, al territorio e al consumo di cibo sostenibile.
Il territorio su cui opera Ruralopoli è Brescia, con la sua area metropolitana e periurbana.

Rispondi