Categorie
Uncategorized

Costi e Ricavi nel produrre Orzo

L’agricoltura italiana non ha futuro e ve lo dimostro.

Semina Orzo - Orzo appena nato
L’Orzo appena nato

Due giornate piemontesi, terra buona, semina di orzo, annata ottima per le piogge e per il sole, niente diserbanti e niente concimi.

Le spighe ancora verdi dell’Orzo

Conto terzisti onesti, qualità finale eccellente, prezzo di vendita ottimo (per quello che dice il ‘mercato’), paglia buona.

L’Orzo Maturo

Utile finale: 32 euro (dicasi: trentadue).

Semina Orzo - Costi e Ricavi

Mi direte: perché lo fai? Vi faccio rispondere dai vecchi agricoltori: perché serve alla terra e a tutta la filiera agricola. Ma l’utile, scordatevelo…

Raccolta e Trebbiatura

Ci siamo permessi di salvare dal flusso di Facebook un post di un nostro carissimo amico, Romano Calvo, per poterne ragionare tutti insieme visto che Costruendo Ruralopoli, deve rispondere proprio alla domanda ma l’agricoltura italiana ha un futuro o no?

La Paglia

La progettazione condivisa partirà si dagli elementi agronomici, che cosa metteremo nei campi, ma importantissimo che teniamo conto del ciclo economico come d’altro canto l’esperienza di Arvaia ci ha insegnato. La manodopera può essere interna? Le macchine conviene averle? E se si quali? Come facciamo a pagarle? Usiamo i terzisti? Partiamo con loro o il valore generato riuscirà a raggiungere un punto di equilibrio?

E da ultimo ma non meno importante e se con quell’orzo ci facessimo la birra? Cambiando la catena del valore riusciremmo ad avere risposte più ottimiste?

Rispondi